10 NOVEMBRE 2014

COMPONENTI IN CARPENTERIA METALLICA UNI EN 1090

In data 01/07/2014 è diventata obbligatoria la marcatura CE per la commercializzazione dei componenti in carpenteria metallica ad uso strutturale in acciaio e in alluminio, che vengano consegnati al cantiere e che siano destinati ad essere incorporati in modo permanente nelle opere di costruzione regolate da Norme Tecniche per le Costruzioni.
L'obbligo di marcatura CE non si applica, pertanto, alle produzioni/lavorazioni di materiale metallico effettuate direttamente in cantiere, sotto il controllo del Direttore dei Lavori.

In rapporto alle Norme Tecniche per le Costruzioni, l’entrata in vigore della norma UNI EN 1090-1 ha dato il via, per i prodotti in carpenteria metallica ad uso strutturale da essa coperti, all’obbligo di marcatura CE; pertanto, il fabbricante non necessita più dell’attestato di deposito della documentazione quale Centro di trasformazione di carpenteria metallica.

A partire dal 1 Luglio 2014, le officine di carpenteria metallica che lavorano e trasformano l’acciaio ad uso strutturale, devono allegare una "dichiarazione di prestazione" (che costituisce appunto la "marcatura CE") per ciascuno dei componenti strutturali prefabbricati che forniscono consegnandoli finiti a piè d'opera (al cantiere).

Tale dichiarazione di prestazione contiene le informazioni necessarie a caratterizzare il componente, in modo che chi lo deve usare in cantiere sia messo nelle condizioni di poterlo fare senza incertezze. In sostanza, il produttore deve caratterizzare i requisiti essenziali dei suoi prodotti: ad esempio, il fabbricante deve dichiarare quale sia il grado di finitura delle superfici metalliche, le tolleranze di esecuzione, il pericolo di eventuali emissioni nocive, la tenacità, la saldabilità, ecc.; solo nel caso in cui il produttore sia responabile anche della parte progettuale, le dichiarazioni di prestazione devono comprendere anche i requisiti strutturali, quali la resistenza meccanica, la resistenza a fatica, la resistenza al fuoco, le deformazioni nello stato limite di servizio.

L'aspetto più rilevante, però è il seguente: in calce alle dichiarazioni di prestazione di ciascun componente prefabbricato, il fornitore deve anche dichiarare:
- di aver prodotto il componente in conformità alla UNI EN 1090;
- di aver implementato un sistema di controllo della produzione, certificato da un organismo notificato.

L'organismo che deve attestare la certificazione UNI EN 1090 esegue quindi un'attività di ispezione sul sistema di produzione implementato dal fabbricante, durante la quale il fabbricante deve dimostrare, tra le altre cose, la conformità di alcuni processi, tra i quali: il processo di saldatura, la qualifica dei procedimenti di saldatura (WPS, WPQR), la qualifica degli operatori di saldatura, ecc; il produttore deve anche eseguire prove di officina sui componenti che realizza.

In sintesi, l'obbligo di marcatura CE per il fabbricante, scatta quando per il componente strutturale di carpenteria in acciaio o in alluminio, si verificano contemporaneamente le seguenti circostanze:
- il fornitore trasforma i materiali base, prima di consegnarli al cantiere, attraverso lavorazioni di officina quali ad esempio la foratura, il taglio, la saldatura, l'assemblaggio, ecc.;
- il componente strutturale viene consegnato in cantiere per essere incorporato in modo permanente in un'opera di costruzione;
- l'opera (o la parte di essa) che accoglie il componente prefabbricato è soggetta alle Norme Tecniche per le Costruzioni, emanate ai sensi della ex L. 1086/1971 e della ex L. 64/1974 (ora DPR 380/2001).
- il componente strutturale non appartiene all'elenco (vedi allegato, in lingua italiana), pur non esaustivo, dei prodotti non coperti dalla UNI EN 1090 fornito dal CEN (Comitato Europeo di Normazione).

Al link sotto indicato, è possibile scaricare i seguenti documenti:
- Circolare con i chiarimenti del CSLLPP, relativa al rapporto fra la UNI 1090 e le NTC 2008
- Elenco in lingua italiana dei prodotti non coperti dalla UNI 1090

Tecnolab Ingegneria ○○●○○
(Riproducibile citando la fonte)